06 Marzo 2013

La nuova serie 43 Chip Breaker completa la gamma di frese High performance SGS

Ideali per la lavorazione di materiali non ferrosi e alluminio, questi articoli – che arricchiscono la linea S-Carb – garantiscono una migliore gestione del truciolo e una consistente riduzione dei tempi di lavorazione.

La notizia arriva dalla sede SGS di Munroe Falls, in Ohio, dove è stata sviluppata una nuova serie di frese a sgrossare denominata 43 CHIP BREAKER (Rompi truciolo), che si inserisce nella linea di successo S-Carb e va a sostituire la serie 63.

Una conferma dell’impegno SGS a proporre soluzioni che consentano miglioramenti continui delle lavorazioni, nel rispetto delle crescenti esigenze del mercato. Questa serie di frese è ideale per le applicazioni che richiedono la rimozione di importanti volumi di materiale e per lavorazioni che presentano criticità nella durata del ciclo. Sono disponibili diametri frazionari o metrici e lunghezze standard, nella duplice versione, rivestita e non.

Le caratteristiche tecniche più rilevanti di questi articoli sono:

  • la geometria dell’elica, che agevola la veloce evacuazione della notevole quantità di truciolo prodotto durante la lavorazione ad alto rendimento;
  • la finitura simmetrica e bilanciata del tagliente frontale, che offre insuperabili performance di penetrazione nei materiali lavorati;
  • la forma del rompi truciolo, che permette di controllare la dimensione e la forma dei trucioli prevenendo il fenomeno dell’ incollaggio e consente di diminuire sensibilmente il consumo dell’utensile.

Sfoglia il catalogo in inglese

Vai alla presentazione SGS

Visita il sito SGS